IT EN

31.01.2018

DETRAZIONI

Risparmio energetico - L'ecobonus conserva due punti di forza

Le caldaie a condensazione possono, tuttavia, accedere alle detrazioni del 65% se oltre ad essere in classe A sono dotate di sistemi di termoregolazione evoluti appartenenti alle classi V, VI o VIII della comunicazione della Commissione 2014/C 207/02.
Classe V – Termostato d’ambiente modulante, destinato all’uso con apparecchi di riscaldamento modulanti: un termostato elettronico ambientale che varia la temperatura del flusso dell’acqua lasciando che l’apparecchio di riscaldamento dipenda dalla deviazione fra la temperatura ambientale misurata e il punto d’analisi del termostato stesso. Il controllo è effettuato modulando l’uscita dall’apparecchio di riscaldamento.
Classe VI – Centralina di termoregolazione e sensore ambientale, destinati all’uso con apparecchi di riscaldamento modulanti: un controllo della temperatura del flusso in uscita dall’apparecchio di riscaldamento che varia la temperatura di tale flusso secondo la temperatura esterna e la curva di compensazione atmosferica scelta. Un sensore della temperatura ambientale controlla la temperatura del locale e adegua la sfasatura parallela della curva di compensazione per migliorare l’abitabilità del vano. Il controllo è effettuato modulando l’uscita dall’apparecchio di riscaldamento.
Classe VIII – Controllo della temperatura ambientale a sensori plurimi, destinato all’uso con apparecchi di riscaldamento modulanti: un controllo elettronico munito di 3 o più sensori ambientali che varia la temperatura del flusso d’acqua, lasciando che l’apparecchio di riscaldamento dipenda dalla deviazione fra la temperatura ambientale misurata aggregata e i punti d’analisi del termostato stesso. Il controllo è effettuato modulando l’uscita dall’apparecchio di riscaldamento.
Resta confermata al 65% l'aliquota per:
- Interventi di coibentazione dell’involucro opaco,
- Pompe di calore,
- Sistemi di building automation,
- Collettori solari per produzione di acqua calda,
- Scaldacqua a pompa di calore,
- Generatori ibridi, cioè costituiti da una pompa di calore integrata con caldaia a condensazione, assemblati in fabbrica ed espressamente concepiti dal fabbricante per funzionare in abbinamento tra loro,
- Generatori d’aria a condensazione.
- Sono ammessi con la stessa aliquota del 65%, anche i micro-cogeneratori, per una detrazione massima consentita di 100.000 euro.

L'ecobonus conserva due punti di forza  

15.01.2016

INCENTIVI

Detrazioni fiscali per l'efficienza energetica

È uscita sulla gazzetta ufficiale del 30 dicembre 2015 la nuova Legge di stabilità 2016. I commi 56, 74, 87 e 88 riportano provvedimenti sull'efficienza energetica in edilizia. In sintesi:
– EDIFICI IN CLASSE A e B: Sarà possibile detrarre in dieci quote annuali il 50% delle imposte lorde pagate nell'acquisto di edifici in classe A e B;
– PROROGA DETRAZIONI FISCALI DEL 65%: Le detrazioni fiscali del 65% vengono prorogate fino al 31 dicembre 2016 con le stesse modalità e gli stessi limiti;
– CESSIONE DETRAZIONI PARTI COMUNI CONDOMINI: Le detrazioni per interventi di parti comuni degli edifici condominiali possono essere cedute ai fornitori che effettuano gli interventi con modalità da definire entro 60 gg;
– 65% ANCHE PER LE CASE POPOLARI: Anche gli Istituti autonomi per le case popolari potranno accedere al provvedimento del 65%;
– 65% PER LA DOMOTICA: Le detrazioni fiscali del 65% possono essere richieste anche per l'installazione di sistemi di regolazione multimediale.

14.12.2015

NOTIZIE

MISE: Guida al controllo e manutenzione degli impianti termici

Il Ministero dello sviluppo economico ha pubblicato la guida per l'esercizio, controllo e manutenzione degli impianti termici per il riscaldamento e il raffrescamento. La guida chiarisce gli adempimenti previsti dalla legge nazionale per la manutenzione e il controllo di efficienza degli impianti termici e le loro tempistiche. La guida è stata predisposta da ENEA in collaborazione con Adiconsum, Assoclima, Assotermica, Confartigianato, Federconsumatori, Unione consumatori e il Salvagente.

Guida al controllo e manutenzione degli impianti termici  

18.11.2015

NOTIZIE

Efficienza energetica del patrimonio storico

Sono state presentate il 28 ottobre 2015 a Roma, presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, le “Linee Guida di indirizzo per il miglioramento dell'efficienza energetica nel patrimonio culturale”. Le Linee Guida forniscono indicazioni per la valutazione e il miglioramento della prestazione energetica del patrimonio culturale tutelato, con riferimento alle norme italiane in materia di risparmio e di efficienza energetica degli edifici.
Ai progettisti esterni viene offerto uno strumento per la valutazione della prestazione energetica dell'edificio storico nelle condizioni esistenti e criteri tecnici per la progettazione degli eventuali interventi di riqualificazione energetica, opportunamente calibrati sul rispetto delle specifiche peculiarità del patrimonio culturale.
Al personale del Ministero viene consegnato uno strumento scientifico snello, in grado tuttavia di coniugare rigore scientifico e aggiornamento tecnico sulla materia, così da consentirgli, anche in tale campo, di interloquire con piena consapevolezza con i progettisti o i proponenti.

Ministero beni culturali - Linea guida Efficienza enegetica  

17.06.2015

NOTIZIE

Conto Termico - Apertura dei Registri 2015

Dalle ore 9,00 di mercoledì 20 maggio 2015 alle ore 21,00 del 19 luglio 2015 sul sito del GSE è possibile presentare le richieste di iscrizione ai Registri per l'anno 2015 riservati agli interventi di cui all'art. 4, comma 2 lettere a) e b) ( cioè sostituzione di impianti di climatizzazione invernale esistenti con impianti dotati di pompe di calore, elettriche o a gas, utilizzanti energia aerotermica, geotermica o idrotermica e con impianti dotati di generatore di calore alimentato da biomassa) del D.M. 28 dicembre 2012, realizzati dalle Amministrazioni pubbliche e dai Soggetti privati.

Per maggiori informazioni:
Conto-Termico-apertura-dei-Registri-2015  

27.02.2015

NOTIZIE

Consultazione conto termico

È aperta fino al 28 febbraio 2015 la consultazione pubblica su semplificazione e potenziamento del conto termico. Il Conto termico incentiva la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e i piccoli interventi di efficienza energetica con uno stanziamento di 900 milioni di euro annui: 700 per privati e imprese e 200 per le amministrazioni pubbliche.
Il documento scaricabile illustra le nuove misure che il Ministero dello sviluppo economico, di concerto con il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, intende attuare al fine di favorire il massimo accesso agli incentivi per imprese, famiglie e pubblica amministrazione.
Commenti e contributi vanno inviati a: contotermico@mise.gov.it

Conto termico - 2015  

12.01.2015

DETRAZIONI

Detrazioni fiscali del 65%: proroga a tutto il 2015

Con la LEGGE 23 dicembre 2014, n. 190, Legge di stabilità 2015, vengono prorogati gli incentivi fiscali per gli interventi di riqualificazione energetica a tutto il 2015 con la stessa percentuale di detrazione del 65%.
Rientrano quindi nel provvedimento sia gli interventi su singole unità immobiliari che sulle parti comuni di condomini effettuati entro il 31 dicembre 2015.
Le modifiche sostanziali riguardano il ritorno alla quota di incentivo del 65% e l'introduzione negli interventi incentivabili anche dell'installazione di schermature solari esterne.

Documento - DLgs102-2014  

Iscriviti alla newsletter